RUBELLI CASA al Salone del Mobile 2018

Il Gruppo Rubelli presenta al Salone del Mobile 2018 la nuova collezione di mobili Rubelli Casa, CINECITTÀ, progettata dal noto architetto Marco Piva. Affiancano questa collezione spiccatamente contemporanea una serie di pezzi dall’anima vintage creati da Studio Rubelli.

CINECITTÀ by Marco Piva e le nuove creazioni di Studio Rubelli si prestano ad essere utilizzate in diversi contesti, dal residenziale all’alberghiero, e sono entrambe in linea con gli articoli già in collezione.

CINECITTÀ by Marco Piva

Cinecittà si ispira al mondo del cinema. Gli articoli si legano a nomi di attori/attrici che evocano icone dell’immaginario comune: personaggi che, pur cambiandosi d’abito, mantengono un’identità precisa.

Il tessuto, la cura per il dettaglio e la sartorialità, DNA di Rubelli, sono i protagonisti di questi nuovi prodotti che, recuperando i valori della tradizione, si affacciano sul presente, oltrepassandolo: come artisti sul set, si vestono per interpretare i nuovi luoghi e territori dell’abitare contemporaneo.

Leitmotiv della collezione CINECITTÀ è l’incontro e sovrapposizione di materiali e textures, l’utilizzo di marmi e metalli, di essenze e lacche, di forme geometriche e soprattutto di linee verticali leggermente inclinate che slanciano gli oggetti, donando loro un ritrovato senso di leggerezza e libertà.

CINECITTÀ, pensata e destinata per “set” internazionali, mantiene nel Design e nella sua configurazione un’anima fortemente italiana. Generata dalla ricerca e sperimentazione sulla materia e sul tessuto, è impreziosita da dettagli sartoriali e scelte raffinate per finiture e textures.

Creazioni di STUDIO RUBELLI

Accanto ai pezzi contemporanei della collezione firmata Marco Piva, vengono presentate le nuove creazioni di Studio Rubelli. Con il loro spirito vintage rievocano gli anni Cinquanta in un equilibrato mix di decorazione e design.

I nuovi articoli segnano una continuità con il passato e rimandano al percorso intrapreso dall’arch. Luca Scacchetti, quando Rubelli Casa presentò la sua prima collezione di mobili in assoluto.

Oggi come allora, per tutti i rivestimenti e gli imbottiti ogni tipo di soluzione è possibile, grazie alla

vastissima gamma di tessuti che Rubelli ha in collezione.

Particolarmente interessante l’abbinamento di tessuti diversi in uno stesso articolo, come per la poltrona Triennale – che può diventare un divano a due o a tre posti – e la panchetta Dadamaino con la parte rigida in seta e il capitonné in velluto.

Il Damantio, esclusivo materiale brevettato da Rubelli, si conferma elemento caratterizzante distintivo. Non solo per i piani d’appoggio di tavoli e tavolini, ma anche come finitura per le cornici dei nuovi specchi che ne raddoppiano l’effetto tridimensionale.