Chamonix: la porta elegante e funzionale, firmata Rubner Porte

Betulla, ciliegio americano, faggio evaporato, frassino, larice siberiana, legno vecchio o rovere, sono solo alcune delle superfici tra cui scegliere per personalizzare la propria Chamonix, la porta più venduta di Rubner Porte: uno dei principali player nella produzione di porte in legno in Europa con 4 stabilimenti, 170 dipendenti, un fatturato intorno ai 24 milioni di euro e una produzione annuale di circa 25mila porte interne su misura e 4500 portoncini.

Con uno spessore tipicamente di 65 mm, la Chamonix è caratterizzata da un design semplice e lineare adatto a qualsiasi stile e arredo, può avere un’impiallacciatura verticale o orizzontale, e può inoltre essere combinata con altre funzioni speciali optional: valore d’insonorizzazione certificato fino a 46db che attenua le vibrazioni e le onde meccaniche del suono, soprattutto quelle comprese tra 50 Hz (suoni gravi) e 5000 Hz (suoni acuti); e categoria REI60, cioè garantisce la resistenza al fuoco per 60 minuti, cambiando però la stratificazione della porta.

“I serramenti, i sistemi di illuminazione e, soprattutto, le porte – spiega il Dott. Markus Nöckler, amministratore delegato Rubner Porte- ricoprono ormai il ruolo di elemento di arredo e di design, integrato pienamente nella spazialità dell’ambiente architettonico. Chamonix nasce dalla volontà di trasformare la semplice porta in un elemento che influisca sul comfort e sul benessere di ogni abitazione, con un elevato peso visivo grazie agli importanti materiali con cui può essere realizzata, senza tralasciare l’aspetto funzionale. Le porte in legno Rubner, rappresentano infatti una perfetta combinazione tra tecnologia delle lavorazioni e alta specializzazione artigianale“.

Naturali ed ecosostenibili al 100%, le porte Rubner vengono realizzate con legname a deforestazione controllata, nel pieno rispetto dell’ambiente.