Il soffione Melograno di Fima Carlo Frattini in mostra ad Architect@work

Il 13 e 14 novembre presso MiCo – Fiera Milano Congressi di Milano si potrà ammirare lo scenografico Melograno, frutto di un’approfondita ricerca tecnologica e formale unita a una forte componente creativa.

fima melograno

Terzo appuntamento per Fima Carlo Frattini, Azienda sinonimo di competenza progettuale e capacità innovativa nel settore della rubinetteria, all’edizione milanese di Architect@work, manifestazione fieristica con un format internazionale focalizzata sull’innovazione e costruita ad hoc per i professionisti dell’architettura. L’Azienda consolida così il dialogo con progettisti e interior designer, di cui è da sempre un partner affidabile e all’avanguardia, capace di rispondere a ogni esigenza funzionale ed estetica.

Il 13 e 14 novembre presso MiCo – Fiera Milano Congressi di Milano si potrà ammirare lo scenografico Melograno, frutto di un’approfondita ricerca tecnologica e formale unita a una forte componente creativa. Nato da un felice connubio tra Fima Carlo Frattini e Melogranoblu, si caratterizza per un linguaggio progettuale inedito: si ispira a un’installazione luminosa e la trasforma in un soffione dal forte impatto scenico, sintesi stilistica della forza dell’acqua unita alla potenza della luce.

Dieci sfere satinate in vetro soffiato – che evocano la forma di una goccia d’acqua – fluttuano nello spazio doccia, sospese a diverse altezze tramite tubi in silicone rivestiti da un’elegante maglia di acciaio. Collegato sopra di esse un disco a soffitto – dal diametro di 50 cm e spessore di 4 cm – che funge sia da elemento di erogazione dell’acqua sia della luce. È proprio qui che si trovano tre faretti a led a luce bianca che illuminano le sfere dando vita a suggestivi riflessi e intriganti giochi di luce.

All’interno, ciascuna sfera ospita un supporto complanare alla sua superfice in cui risiede l’innovativo aeratore Mikado di Neoperl, il cui flusso genera un accattivante effetto visivo grazie ad una serie di intrecci e sovrapposizioni che formano un cono di acqua totale del diametro di circa un metro. Un altro plus del soffione è la garanzia di un notevole risparmio idrico che permette di ridurre sensibilmente i consumi: soli 15 litri di acqua al minuto totali, senza influire sul comfort.

Melograno conquista così l’ambiente dedicato al benessere regalando un’esperienza a tutto tondo e nuovi punti di vista.

Un soffione che punta all’innovazione, diventando simbolo di nuove forme ed espressioni del vivere la stanza dell’acqua e testimoniando l’approccio dinamico e lo spirito innovativo di Fima Carlo Frattini. I visitatori che parteciperanno alla due giorni di Milano potranno osservarlo in azione, apprezzandone l’estetica e la funzionalità.

Il soffione Melograno di Fima Carlo Frattini in mostra ad Architect@work 1